Butterfly behaviour

Gonepteryx rhamni


 

Pendici del Monte Grappa m. 800, 25/4/03: oltre alle svernate  G. rhamni volavano numerosi maschi del saturnide Aglia tau, oltre ad I. podalirius, A. cardamines, P. rapae, L. sinapis, L. megera, P. machaon, I. lathonia

 La Gonepteryx rhamni, detta anche cedronella, Ŕ una farfalla piuttosto comune nelle aree boscose di tutta Europa.

Nella prima foto Ŕ rappresentato un maschio che sugge del nettare; il nettare viene utilizzato, oltre che per ricostituire le energie necessarie per il volo, anche per potenziare la propria capacitÓ di fecondazione.

La seconda foto rappresenta una femmina, dal colore pi¨ chiaro, in atteggiamento di rifiuto: pochi istanti prima era stata avvicinata da alcuni maschi, e la sua posizione, con l'addome alzato, indica in questo caso l'indisponibilitÓ all'accoppiamento.

Ci˛ perchŔ, con tutta probabilitÓ, esso ha giÓ avuto luogo, ed ora la femmina fecondata si dedica ad accumulare energie prima dell'inizio della deposizione delle uova.

Infine la terza foto (scattata nella stessa data di quella dell'habitat) illustra le modalitÓ del corteggiamento: il maschio insegue la femmina in balzi ed evoluzioni aeree che si differenziano a seconda della specie di lepidottero.

Durante il volo gli insetti emanano dei feromoni, ovvero delle sostanze volatili, tipiche di ciascuna specie, che costituiscono degli stimoli per le ulteriori fasi del corteggiamento.

In questo caso il volo Ŕ durato qualche decina di secondi prima che le farfalle sparissero all'orizzonte, quindi la femmina ha probabilmente accettato il corteggiamento.

 

Maschio di Gonepteryx rhamni sugge un cardo

 

 

 

 

Atteggiamento di rifiuto nei confronti dei maschi vicini

 

 

 

 

Inseguimento rituale tipico del corteggiamento

 

 

 

 

 

 

 

 

Mesi I II III IV V VI VII VIII IX X XI XII
Ovo                    
Larva                    
Pupa                  
Imago